21 novembre – Nostro Signore Gesù Cristo Re dell’Universo – Anno B – Solennità

+ Dal Vangelo secondo Giovanni (18,33b-37)

In quel tempo, Pilato disse a Gesù: «Sei tu il re dei Giudei?». Gesù rispose: «Dici questo da te, oppure altri ti hanno parlato di me?». Pilato disse: «Sono forse io Giudeo? La tua gente e i capi dei sacerdoti ti hanno consegnato a me. Che cosa hai fatto?».
Rispose Gesù: «Il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto perché non fossi consegnato ai Giudei; ma il mio regno non è di quaggiù».
Allora Pilato gli disse: «Dunque tu sei re?». Rispose Gesù: «Tu lo dici: io sono re. Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per dare testimonianza alla verità. Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce».

Commento

«Tu lo dici»: tu sei libero di credere o non credere, di ascoltare la verità o la menzogna, di scegliere.

Meravigliosa e difficile libertà. Sei verità e ti mostri per quello che sei: a noi la scelta. Perché la verità esige una scelta di campo, una testimonianza coraggiosa, e sei il primo a mostrarcelo.

Una è la verità sopra tutte le altre, dentro tutte le altre: il dono d’amore. Ogni uomo lo sa se si ascolta. Non il potere di Pilato che passa e se ne va, non il potere del denaro che uccide e non dà vita.

Verità è il seme che muore e porta frutto, il lume che accende il buio, che dona luce a tanti altri illuminando sorrisi, scacciando paure.

Verità brilla quando mi specchio nel volto dell’altro divenuto fratello. Vero re è chi sa amare.

Dal “Calendario del Patrono d’Italia 2021” – Ed. Biblioteca Francescana – Milano